mercoledì 13 gennaio 2016

Setup dell'agenda di casa 2016: tantissime novità

mio setup agenda 2016


Attenzione: post moooolto lungo ma pieno di spunti...se avrete la pazienza di arrivare fino in fondo :)

Vi avevo già parlato della mia agenda di casa in due occasioni, appena aperto il blog (qui trovi l'articolo) e dopo aver scoperto il bullet journal e averne integrato alcuni elementi (qui trovi il secondo articolo). L'organizzazione è un processo in divenire ed è normale che anche l'agenda cambi con il tempo. Quest'anno ho introdotto tantissime novità e quindi voglio parlarvi in dettaglio di come mi sono organizzata per il 2016.

agenda A5Oggi vi parlo soltanto della mia agenda di casa.

DATI TECNICI
Marca: Pellettieri Fiorentini, acquistata da Registro Buffetti
Formato: A5
Dimensioni dei refill: 148x210 mm
Refill: settimana su due pagine
Marca refill: Fulltime


PER COSA LA USO
Principalmente per tenere sotto occhio tutte le cose "casalinghe": dal menù settimanale, alla lista della spesa, alla lista delle cose da fare, alle ricorrenze da non dimenticare, i numeri utili, informazioni importanti riguardo a noi e alla casa, ma anche cose più personali come ricordi e pensieri positivi.


COME LA USO
Io amo la mia agenda, per me è uno strumento fondamentale. Ci sono giorni in cui sedermi all'agenda è proprio un passatempo divertente, ma la maggior parte del tempo leggo/scrivo e basta. Niente fronzoli. D'altronde per me è più importante quello che ci scrivo dentro, della forma. Vedrete quindi poche decorazioni, zero divisori personalizzati, qualche stickers forse, ma principalmente soluzioni pratiche.


Adesso vi "sfoglio" l'agenda, così potete vedere l'interno nell'ordine in cui è composta e come l'ho organizzata. Vi ho fotografato nel dettaglio tutte le pagine speciali di questo refill, per vostra informazione (non sono affatto pagata per sponsorizzare nessuna marca).

Parte prima: planner annuali e poco più

La apro ed è così...cominciamo con i divisori "tristi"
C'è poco da dire: nella taschina io inserisco sempre questi "post-it" o "segnapagina", che sono quelli che uso anche per fare il menù settimanale. A volte nelle taschine fermo altri fogli volanti (come vedrete poi).

Comincia la mia carrellata di divisori tristi. Lo so benissimo che non ci metterei molto a cambiarli...ma non ho mai trovato il tempo di farlo. Magari un pomeriggio piovoso che non so che fare...

Questo divisorio era la copertina del refill della Fulltime. Perchè l'ho tenuto? Vi mostro il retro di questo divisore: ha la pagina dei dati personali (vi ho fotografato quello nuovo non compilato). Io l'ho compilato solo parzialmente. Un consiglio: se portate in giro la vostra agenda non scrivete tutte le vostre informazioni personali oppure cifratele con qualche vostro codice.

A sinistra: il retro del divisorio con i dati personali
A destra: planner annuale
PLANNER ANNUALI
Nel refill della Fulltime troviamo anche un planner annuale (tre mesi per facciata) che io uso come sorta di "diario in pillole". Cosa vuol dire? Che non lo uso tantissimo per pianificare: segno solo cose come viaggi o visite di amici e parenti.
Quello che invece faccio a posteriori è segnare gli eventi salienti, se succede qualcosa di particolare, sia bello (esempio siamo andati a visitare Expo) sia brutto (ci si è rotta l'auto...due volte). Trovo questo planner molto utile, sia per ricordarmi le varie cose che sono successe in un anno, sia per questioni pratiche. Quando si è rotta l'auto la seconda volta ho saputo in un attimo dire quando era stata la prima volta, senza bisogno di andare a cercare fatture o cose simili.

Uso questi refill dal 2014 e ho tenuto i planner annuali passati, non occupano troppo spazio ed è un modo carino per tenere traccia di come cambia la nostra vita.

dopo i planner annuali passati, inizia il 2016
PLANNER ANNUALE 2016 e PROPOSITI
Un altro "magnifico" divisorio che sul retro ha sempre lo stesso identico schema per i dati personali. In questa pagina ho messo uno dei miei post-it "testa di coniglio" per segnare in modo chiaro tutti i miei debiti con il parentado (la testa di coniglio mi sembrava molto in tema...una versione pucciosa del Padrino). Vivendo all'estero mi capita spesso di partecipare a regali che i miei famigliari si fanno e il guaio è tenere traccia di tutti questi debiti. Appena ci vediamo, scatta il "quanti soldi ti dovevo" e neanche ci si ricorda che regalo è stato fatto...quindi ecco un post-it praticissimo, in un posto strategico, per sapere di fare le cose per bene.

Post-it "testa di coniglio" per segnare i debiti
Calendario 2016-2017-2018
A destra c'è un calendario con tre anni nella stessa facciata (non vi ho fotografato quello prima, ma lo usavo anche negli anni scorsi). Questo calendario lo uso per segnare i giramenti dei miei ormoni ;) E' molto utile, perchè se devo riportare al dottore posso dire come sono andate le cose in un largo periodo di tempo (senza dover andare a sfogliare all'interno dell'agenda alla ricerca di questa informazione di mese in mese).

Planner annuale 2016 (totale 4 facciate)

A questo punto c'è il nuovo planner annuale 2016. Ho segnato alcune date, come Pasqua o giorni festivi (c'è un bello schema alla fine del planner annuale, vedi foto sotto). Come vi dicevo questo planner deve essere un diario dei momenti salienti e durante l'anno funge da "visione di insieme degli eventi", perciò qui non segno cose come compleanni o altri impegni "normali".

A sinistra: schema dei giorni festivi nei diversi paesi (per me è utile visto che sto all'estero)
A destra: un foglio di note dove io ho scritto i miei propositi per il 2016
L'ultima pagina di questa parte iniziale era un foglio di note, dove io ho inserito i miei propositi per il 2016. Credo sia importante avere sempre sotto gli occhi i nostri obiettivi e questa pagina mi serve a non perdere di vista quali sono le cose su cui voglio lavorare quest'anno.
Se ti interessano consigli su come fare e mantenere i propositi e quali sono i miei per il 2016, puoi leggere qua.


Parte seconda: organizzazione dell'agenda 2016
Come sapete a me piace sempre trovare nuovi spunti per l'agenda. Mi sono molto documentata sul bullet journal (se non sai di che si tratta leggi questo articolo che ti spiega cos'è e come fare un bullet journal). Il problema è che io non ho pazienza, il fatto di dover segnare i giorni, le pagine...non fa proprio per me. Inoltre scrivo male, disegno male, tiro righe storte. Lascerei perdere al secondo giorno. Ciononostante le bacheche di Pinterest sul bullet journal mi hanno offerto molti spunti davvero interessanti, che ho cercato di integrare nella mia agenda ad anelli (che offre vantaggi di personalizzazione e parti costanti che non cambiano di anno in anno).

COLORARE OGNI MESE
Quando ho preso il nuovo refill per il 2016 ho colorato una piccola striscia sul lato destro di ogni giorno, come si vede sulla foto. In questo modo, quando sfogliamo i refill sappiamo subito in che mese siamo. 

All'asilo avevamo fatto un cartellone per imparare i mesi dell'anno e abbiamo colorato ogni mese con un colore specifico....e da allora ogni mese ha un colore preciso. Figuriamoci se questa idea non mi piaceva...


I RICORDI DEL MESE
All'inizio di ogni mese ho poi messo un foglio colorato (di proposito, così lo individuo subito). Su questo foglio ho scritto i giorni del mese (proprio in stile bullet journal) e per ogni giorno in una riga devo sintetizzare la giornata. 

Un foglio mensile per segnare le piccole cose di ogni giorno
Ho capito che questa è la mia giusta via di mezzo tra un diario e un gratitude journal. Una volta facevo una specie di scrapbook mensile sul computer: avevo un foglio con 30/31 caselle che riempivo con i ricordi della giornata, con foto e tutto decorato (appunto lo facevo sul computer perchè con le mani sono proprio negata). Sono andata avanti un anno e poi mi sono resa conto che non lo stamperò mai. 

Quando archivio l'agenda dell'anno prima mi chiedo sempre se le note che prendo di settimana in settimana sono davvero "valevoli" di occupare dello spazio. Difficilmente mi rimetterò a leggere stupide note di cosa ho mangiato o liste della spesa. Una cosa simile invece sarebbe come leggere un diario condensato, un concentrato di piccole cose che valeva la pena di ricordare ogni giorno.

Non ogni giorno so bene cosa segnare, certi giorni sembrano proprio "insulsi" ma non lo sono, c'è sempre qualcosa di speciale anche piccolissimo. Ci sono giorni in cui quella riga sembra lunghissima da riempire, altri giorni non mi basta. Siccome sono appena all'inizio sto ancora sperimentando, magari nel tempo cambierò formato, vi farò sapere.

L'idea comunque mi gusta molto. Qui segno anche film che vediamo, cose che faccio, il meteo...anche le cose noiose quindi, ma sono parte della giornata anche quelle.


IL TRACKER MENSILE
Grossa novità che amo già tantissimo (anche questo una cosa che ho visto in tantissimi bullet journal). E' un piccolo calendario mensile, per tenere traccia delle cose più disparate (ne ho creato uno anche per il nuovo metodo Pulito con P.O.C.O).
Questo mese le cose che segno:
- mangiare cibo sano: da una a quattro crocette. Con un pallino segno se ho proprio mangiato schifezze.
- scrivere: come ho detto il mio proposito è di scrivere di più, quindi segno ogni quanto sto riempiendo il mio foglio dei ricordi/pensieri felici di questo mese. Come vedete non sempre segno lo stesso giorno (e vi assicuro che ricordarsi già dopo due giorni non è affatto facile)
- umore: una bella faccina per descrivere l'umore. Se l'umore è basso segno la ragione (S per stanca, L per lavoro)
- mal di testa: soffro tantissimo di emicranie, così segno sia il giorno che l'intensità. Oggi ho avuto mal di testa con l'aura (che ho segnato). Orribile ma per fortuna è durato relativamente poco.
- salute: dal momento che mi lamento sempre delle mie magagne e ne ho sempre una, voglio provare a segnare di giorno in giorno se c'è qualcosa che non va
- ginepro: sto facendo una cura naturale per depurare il fegato.

Man mano che introduco nuove sigle e note, le segno sulla parte superiore del foglio, così è subito chiaro cosa volevo intendere.


Dal momento che il fatto di aver fatto qualcosa a mano è un evento storico, vi mostro nel dettaglio come l'ho creato. Molto semplice: ho preso un foglio (a quadretti) e ho fatto 30 righe (per avere 31 caselle) e delle righe perperndicolari per le cose che volevo segnare. Così ho creato una griglia da quattro quadratini. Con il pennarello ho poi diviso le settimane (non ho segnato i giorni della settimana...zero pazienza per queste cose, le righe funzionano alla meraviglia e ci ho messo un secondo). Ho poi piegato il foglio a metà imprecisa: che vuol dire? Che va piegato un po' meno di metà, per lasciare lo spazio dei buchi. Ho fermato la pagina usando due piccoli stickers in tinta. Fatto. Wow!

anche le mie righe sono proprio drittissime eh....


Il "retro" l'ho lasciato vuoto, in modo da avere un bello spazio per fare una TO DO list delle cose da fare in questo mese. Trovo comodissima l'idea di avere un'idea di cose da fare che posso spostare di settimana in settimana, senza bisogno di riscriverle.

Una volta avrei scritto routine e altre cose simili (nel setup vecchio vi ho mostrato come usavo dei post-it attaccati al righello segnapagina).
Avete notato che io non segno niente di queste cose di casa? Le verità sono due, anzi tre
- ormai le cose mi vengono abbastanza naturali. Non ho più bisogno di avere sott'occhio nulla, so già quali sono le cose da fare e se non le faccio è perchè sono stanca, non perchè non me ne sono ricordata.
- col fatto che vi parlo sempre di cosa fare, ho più che bene in testa cosa dovrei fare anche io...
- io e la stampante non andiamo d'accordo. Non stampo mai mai. Quindi anche tutti i refill che faccio per voi, come quelli dei vari metodi...ecco li faccio per voi.


Qual è la parte migliore di questa lista? Che avendo la divisione delle settimane del mese, posso già segnare cosa fare in quale settimana. (Le foto le ho fatte appena l'avevo creata, quindi era ancora vuota)

IL REFILL SETTIMANALE
Come ho detto prima io mi trovo bene con un refill settimanale con una settimana su due pagine. Ci segno il menù con i post-it (qui puoi leggere tutto sul mio metodo per organizzare il menù settimanale), compleanni, impegni e altri appunti (in questi giorni sto facendo esperimenti in cucina con una pentola di cui vi parlerò più avanti).


Questa è la mia agenda di casa, ho un'altra agenda al lavoro (che resta al lavoro), di conseguenza non è che durante la settimana ci siano chissà quanti impegni da segnare. Tutto si concentra nel weekend, dove il posto un po' scarseggia: la domenica è anche più piccola del sabato e io mi ritrovo sempre con liste troppo lunghe che non ci stanno. Una volta risolvevo con i post-it, ma il problema del post-it è che mi vanno a coprire quello che c'è scritto sotto.


LA LISTA DEL WEEKEND
Ispirata dal tracker mensile ho deciso di introdurre un altro foglio per segnare le cose da fare nel weekend.

Anche qui ci ho dato dentro di fai da te (e ora capirete cosa intendevo quando dicevo che sono proprio imbranata con queste cose....meglio non ingrandire le foto per vedere come ho tagliato bene :D). Ho preso un foglio A4 bianco e l'ho tagliato in tre parti. Mi sono segnata dove fare i buchi con la penna e ho usato la perforatrice (io ne ho una a buco singolo).


A questo punto ho diviso il foglio in quattro settori (con il mio consueto color code che uso sempre - puoi leggere qua di che si tratta) e ho segnato la lista delle cose da fare nel weekend. Io faccio il menù dal lunedì al venerdì perchè solo in quei giorni ho bisogno di essere organizzata in anticipo. Nel weekend mi piace cucinare e decido dopo aver fatto la spesa, di solito il sabato mattina. Le pulizie di solito le faccio nel weekend e mi faccio un piccolo piano e poi ci sono sempre altre piccole cose da fare.

il piano del weekend scorso
Un piano simile lo facevo anche prima, solo che lo mettevo in un foglio volante che poi restava volante dentro l'agenda a fare confusione. Bastava farci i buchi...potevo anche arrivarci, no? La comodità è che questo foglietto può essere piegato più volte su sè stesso e stare al calduccio dietro il righello segnapagina (vedi foto sotto), per tutta la settimana, mentre magari comincio a segnarci su cose. Così lo apro solo durante il weekend.

E gli altri due terzi del foglio A4? Li ho piegati e messi nella tasca della copertina, pronti per essere usati nelle settimane successive.


A FINE SETTIMANA: PIANIFICARE QUELLA SUCCESSIVA
Durante il weekend (di solito la domenica pomeriggio) mi siedo all'agenda e pianifico la settimana successiva e "archivio" quella che sta per finire. Tolgo tutti i post-it del menù, per riporli nella sezione menù (vedi sotto) e contemporaneamente decido il menù della settimana successiva. 
Da quest'anno ho deciso che prima di togliere i post-it mi scrivo cosa ho effettivamente mangiato (mi serve per monitorare come sto seguendo il mio proposito di semplificare l'alimentazione).
Poi controllo la settimana che è appena passata: ci sono delle cose che sono rimaste in sospeso? Le riporto sulla settimana dopo o nella TO DO list del mese o in quella del prossimo weekend (se è plausibile che la faccia nel weekend). Questa piccola azione di riportare le cose incompiute, controllare di aver concluso le cose che sono rimaste in sospeso è un'altra cosa che ho appreso dal bullet journal.

Come vedete anche se non faccio un classico bullet journal (e fra un minuto vi spiego perchè), ci sono molti elementi che ho integrato nella mia agenda.

Parte terza: le mie sezioni

Adoro l'agenda con gli anelli perchè mi permette di avere delle sezioni che non cambiano di anno in anno. E' un indubbio vantaggio, considerando la mia pigrizia, se dovessi riportare ogni anno tutte queste informazioni ci avrei già rinunciato. Invece lo sforzo di un pomeriggio può durare anche anni.

Io ho organizzato le mie sezioni in ordine alfabetico usando i divisori formato rubrica, che erano in dotazione con l'agenda (qui puoi leggere nei dettagli cosa intendo). In quel post avevo una lista molto più lunga, nel tempo ho semplificato. Adesso vi riporto le sezioni che negli anni sono sopravvissute e che attualmente sono presenti nell'agenda (ma se volete ancora più spunti guardate pure la vecchia lista).

assicurazione: numeri di assicurazione della nostra famiglia e i numeri di telefono da chiamare in caso di necessità.
banca: i numeri di conto, il numero da chiamare se ho perso il bancomat e simili.
blog: appunti per il blog. L'anno scorso qui avevo segnato molte cose, ma da quest'anno ho un'agenda a parte dedicata. A breve ci sarà un post su come organizzo quell'agenda.
casa: informazioni disparate che bisogna tenere da qualche parte, ad esempio numeri di contatore, voltaggi di lampadine particolari, etc.
compleanni: la classica lista di date di compleanno e anniversari che uso di anno in anno per ricopiare nel calendario. (qui puoi leggere il post su come mi preparo per archiviare l'anno precedente e iniziare quello nuovo su quest'agenda).
etichettatrice: quando creo le mie etichette a volte mi segno la grandezza ed il font, nel caso io abbia bisogno di creare nuove etichette che si vadano ad aggiungere a quelle che già ho.
film: di solito vedo un trailer e mi dico voglio vedere questo film, non vado al cinema e poi mi dimentico della sua esistenza. ho risolto il problema segnandoli qui.
come organizzare le lavatricifrasi: una pagina per annotare frasi o pensieri che mi sono piaciute
lavatrici: nell'agenda segno quali lavatrici voglio fare in settimana ed uso dei post-it, che tengo in questa pagina quando non in uso. Adesso lo uso meno...sono diventata più brava :D ma mi piange il cuore a buttare via tutte quelle apette laboriose
libri: in due pagine, una per i libri che ho letto, l'altra per quelli che voglio leggere
mediche: qui segno tutte le visite mediche, prescrizioni e a periodi anche quante volte ho mal di testa in un mese (soffro di emicrania). Questo mi torna sempre utile quando poi devo fare i rimborsi dell'assicurazione medica. Divido le informazioni per anno e le mantengo lì.
menù settimanale: qui tengo i post it con già scritti i pasti o idee di pasto per rendere le cose piu facili. Per capire di cosa parlo qui puoi leggere il mio speciale sull'organizzazione del menù settimanale.
ospiti: un'agenda degli ospiti (qui puoi leggere che cosa intendo), per tenere traccia di cosa ho cucinato per chi, pernon ripetersi, ma anche per raccogliere idee per feste future. Qui tengo anche appunti su allergie degli amici, spunti per feste, idee per decorare e cose cosi'.
password: elenco delle password. Se sono password di accesso a siti, le lascio anche scritte cosi' come sono, ma se sono cose importanti come codici bancari uso un sistema di codificazione, per evitare problemi nel caso qualcuno mi rubi l'agenda.
pesate: io da qualche anno a questa parte, mi peso tutti i sabato mattina. Fino all'anno scorso segnavo le pesate o sul planner annuale o su dei planner mensili (i refill mensili che creo per voi). Un po' perchè appunto io e i refill da stampare non andiamo d'accordo, un po' perchè è triste avere un foglio per segnare quattro numeri soltanto, ho deciso di fare un foglio unico con su scritto 2016 e i dodici mesi (uno per riga) e segnare direttamente là le pesate settimanali: non ho bisogno di scrivere le date, se non mi peso il sabato semplicemente non mi peso :D
planning the planner: un luogo dove tenere gli appunti riguardo a cose nuove da provare per l'organizzazione dell'agenda. A volte mi vengono le idee ma ci vuole del tempo prima che le realizzi.
regali: una delle categorie che uso da piu' tempo, la lista dei regali che ho fatto e ho ricevuto durante l'anno. Non è per farne una questione di calcolo, piuttosto per non ripetersi oppure anche si, donando lo stesso oggetto ma a persone diverse. Qui tengo anche dei post-it per le idee dei regali futuri.
ricette da provare: questa è la pagina per segnarsi quelle cose che senti e dici "voglio provarlo", ma che non rientrano nelle mie scelte per il menu' settimanale. Adesso poi sto creando un mio ricettario per la crockpot o slowcooker, che ho ricevuto a Natale (non vi preoccupate, arriveranno dei post a riguardo)
rubrica: questa è la rubrica vera e propria, con gli indirizzi e a volte i numeri di telefono (che se perdiamo il cellulare...). Qui ho anche inserito una lista di numeri utili.
scadenze: non parlo delle scadenze delle bollette (quelle le segno sul calendario, o me ne scorderei), ma di quelle cose come patente, carta d'identità, passaporto che magari sono ogni cinque/dieci anni e rischiano di passare inosservate. Averle qui sottomano mi permette di darmi una rinfrescata di tanto in tanto.
serie tv: lista di serie tv che guardo, segnando a che stagione sono arrivata. A volte ne vedo talmente tante o passa talmente tanto tra una stagione e l'altra che perdo sempre il conto di dove sono arrivata.
wishlist: la lista dei desideri, non della spesa. Per sapere cosa rispondere quando qualcuno a bruciapelo ti chiede "che vuoi per Natale o per il compleanno". Alcune cose vengono tolte dalla lista, altre...rimarranno là per sempre.

Conclusione
Questo è l'arsenale completo per quando faccio pianificazioni importanti o archivio l'agenda vecchia:
con tanto di tablet per la compagnia, quaderno per note volanti e scatola dove tengo tutte le cose dei refill dell'agenda
e la fidata quattro colori che mi serve per il color coding
In fondo all'agenda ho una bustina in cui inserisco qualche sticker di emergenza (non ho fatto una foto scusate...ma non è molto interessante). Quando lavoro all'agenda al 99% ho vicino a me il mio fido "Ufficio in una borsa", un'organizzatore da borsa con cui non mi sono trovata bene ma che è diventato un meraviglioso cestino per tenere tutte le mie cose agendose.
Se volete leggere di più riguardo a questa meraviglia, qui trovate il post dedicato.

VUOI LEGGERE DI PIU' SULLA MIA ORGANIZZAZIONE AGENDA 2016?
Qui trovi tutti i post (verrà aggiornato appena scrivo le altre parti):
- come ho archiviato l'agenda 2015 e mi sono preparata per l'anno nuovo
- l'agenda per organizzare il blog 2016 

Buona pianificazione a tutti!

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ho inserito questo post nella mia prima TOP OF THE POST
    Grazie ancora Elisa

    http://ilmiopiccolograndeangolo.blogspot.it/2016/01/top-of-post-18-gennaio-2015.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che iniziativa carinissima e soprattutto, che onore <3

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...