martedì 23 agosto 2016

Decluttering e riorganizzazione dei contenitori per alimenti


Se non sapete cosa vuole dire decluttering, vi consiglio la lettura di questo articolo.

La prima cosa da fare nella mia serie "Pronti per Settembre" è un bel po' di decluttering, per riuscire a cominciare con il piede giusto, evitando che questo piede si incastri in montagne di cose inutili, che non mi servono, che non uso e che mi fanno solo perdere tempo perchè continuano ad incasinarsi ed incasinarmi.

Sul cucuzzolo di questa montagna stanno tutti i miei contenitori per alimenti. Come sapete (se mi seguite su Facebook ed Instagram) io e mio marito ci portiamo il pranzo al lavoro. Questo richiede una certa quantità di contenitori adibiti a quello. A cui si aggiungono una serie di contenitori più grandi e più piccoli con cui organizzo le cose nel frigo, dato che io spesso cucino o preparo alcuni cibi in anticipo in modo da alleggerire gli sforzi in settimana.

Tutto questo fa una bella dose di contenitori come avete potuto vedere nella foto iniziale.

Ho cambiato organizzazione più e più volte. Ho riordinato e riordinato e riordinato ancora. Niente da fare, non c'era proprio verso. L'unica soluzione reale era quello di eliminare un po' di cose. Ho voluto poi separare in maniera definitiva i contenitori che uso per portare il pranzo e quelli che invece tengo per mettere via le cose in frigo.

Ho deciso poi di fare un piccolo investimento, comprando una serie di contenitori nuovi per portare via il pranzo. Sono belli perchè sono a più scomparti in modo da rispondere alle esigenze del mio piano alimentare. In particolare mi piacciono le torri componibili (quelle in verde e blu) per portare via piccoli snack. E poi le scatole verdi e blu non hanno nemmeno il coperchio e creano ancora meno confusione.


Ed ecco il risultato finale. Preparare i pranzi d'ora in avanti sarà molto più semplice. Decisamente una mossa vincente per rendere la mia routine più facile.


Buona organizzazione a tutti!

lunedì 22 agosto 2016

Pronti per Settembre



Archiviate le Olimpiadi, archiviate (per molti) le vacanze, si incomincia a percepire l'arrivo imminente di Settembre. Settembre è sempre un mese di nuovi inizi. Inizia la scuola, il lavoro, la palestra, la dieta e chi più ne ha più ne metta. Per tantissime persone Settembre ha più valore del primo dell'anno per fare buoni propositi e per sentire un senso di rinnovamento.

Chi ben comincia è a metà dell'opera, ma per ben cominciare bisogna entrare nella giusta forma mentale. Io che sono tornata dalle vacanze da una settimana non sono ancora davverto rientrata nell'ordine delle idee che l'estate sta finendo (anche se i nove gradi di stamattina nonostante il sole hanno fatto di tutto per convincermi che è proprio così). Questo lunedì è stato tragico e penso che questa sia stata una sensazione condivisa da molti.

Mi sono quindi detta che è bene cercare di rimettersi in sesto da subito, con delle routine che ci facciano riprendere il ritmo senza troppi sforzi e con degli esercizi di organizzazione che ci possano facilitano la vita.

Questo è particolarmente importante per i bambini che devono riprendere la scuola, prendere il ritmo di alcune abitudini già prima di tornare sui banchi può rendere l'inizio meno difficoltoso. Lo stesso vale per i genitori, che magari non devono riprendere zaini e astucci, ma sono comunque scombussolati dal cambiamento repentino delle abitudini dei figli.
Qui in Svizzera la scuola è iniziata oggi e le mie colleghe mamme avevano già un diavolo per capello nonostante tutti i propositi di restare zen.

Come procedere?
Vi spiego come ho fatto io e vi invito a riflettere su quali sono i "problemi" che vorreste affrontare voi per giungere alla definizione di quali sono gli obiettivi su cui concentrarsi. Io ad esempio mi sono accorta che:
- ho introdotto nuove abitudini: faccio una mezz'ora abbondante di ginnastica quando rientro a casa. Però tra preparazione e doccia il tempo è anche un po' di più. Durante l'estate le giornate erano più lunghe e a volte finivo prima di lavorare e quindi era tutto semplice. Adesso devo trovare un modo di introdurre questa nuova attività in maniera da non scombinare il resto del giorno. 
- aver occupato il tempo prima di cena ha fatto sì che ogni sera mi sono ritrovata a cucinare per il giorno dopo molto più tardi, perdendo molto tempo (quando sono stanca divento mooolto lenta, anche se non mi dispiaceva troppo stare in cucina perchè intanto mi guardavo le olimpiadi).
- ho smesso di fare il menù e mentre prima me la cavavo con due cetrioli e mozzarella e magari del gelato, adesso è meglio che io torni alle buone abitudini.
- non mi sta bene quasi nulla di ciò che ho in armadio e finchè le cose si asciugano in una sera non c'è problema se rimetto sempre le stesse cinque magliette, ma ben presto finirà la pacchia.

Una volta realizzati quali sono i fattori critici che rallentano e complicano le mie giornate lavorative, ho capito che ho bisogno di concentrarmi su alcuni punti. La lista più o meno è questa:

1) La creazione di una routine della sera, più snella e più efficace
2) Decluttering e riorganizzazione delle cose che mi servono per il lavoro ed in primis:
- vestiti
- contenitori per il cibo
- borsa
3) Riprendere il menù e l'agenda

Vi parlerò in dettaglio di tutto questo e vorrei anche parlare un po' meglio dell'organizzazione dell'agenda di lavoro. Nel frattempo vi invito a osservare come sono cambiate le abitudini durante l'estate e quali sono le criticità che potrebbero andare a cozzare con il cambiamento di ritmo che dovrete presto (ahimè) affrontare.

E' strano la natura lentamente va in letargo e noi invece dobbiamo inserire la quarta. Non mi sembra tanto giusto....anche se l'autunno è la mia stagione preferita e io nel fondo del mio cuore sono contenta che l'estate stia finendo.

Bando alle ciance....tutti pronti per settembre?

Buona ri-organizzazione a tutti!

giovedì 18 agosto 2016

L'agenda delle emergenze - parte seconda

informazioni utili per emergenze

Questa è la seconda parte per la creazione di un'agenda delle emergenze. Qui puoi leggere la prima parte dove viene spiegato di cosa si tratta.

Oggi vi propongo dei fogli da stampare o da copiare per creare la vostra agenda delle emergenze. Questi vogliono essere un'ispirazione, perciò troverete alcuni fogli che sono precompilati ma anche un foglio libero da stampare più volte e personalizzare secondo le proprie esigenze. Vediamo in dettaglio come usare questi fogli

Numeri utili
L'idea è quella di scrivere qui tutti i numeri utili che ci possono servire come ad esempio il numero del dottore, l'idraulico, il meccanico, il veterinario e cose di questo tipo. Questo foglio è sempre utile da avere a disposizione, senza dover andare a spulciare nella rubrica (che magari non ci ricordiamo come si chiama l'idraulico che abbiamo chiamato la volta scorsa e che ci ha fatto un buon lavoro).

Assicurazioni e utenze
Qui invece possiamo segnarci i numeri di telefono da contattare per tutto quello che riguarda le utenze o le assicurazioni. E' davvero comodo segnarsi anche il numero di cliente o il numero di assicurazione. Avere tutte queste informazioni in un unico posto ci evita di dover andare a spulciare tra i documenti ogni volta.

Chi contattare
Questo foglio ha una duplice funzionalità. Immaginate di dover lasciare la casa, i bambini, il gatto a qualcuno. Ecco un  foglio da avere sempre pronto con una serie di numeri di emergenza nel caso in cui voi non siate raggiungibili. Il secondo scenario riguarda invece voi, perchè questo può essere utile per sapere anche chi chiamare in caso di emergenza come potrebbe essere la perdita del bancomat, un incidente in casa, etc. A volte non si ha il sangue freddo per pensare lucidamente ed è meglio avere già questi numeri sotto mano.

Informazioni mediche
Ecco un altro foglio per raccogliere le informazioni importanti di tutta la famiglia (animali compresi) da lasciare a disposizione in caso di emergenza o se si affidano i figli a qualcuno per qualche giorno.

Cosa fare in caso di...
Un altro foglio che può essere dato come informazione se qualcuno deve prendersi cura della nostra casa o anche per noi e per la nostra famiglia (magari voi partite e lasciate i figli da soli). 

Un foglio bianco
Da riempire a piacimento...per le idee vi consiglio di rileggere l'articolo precedente in cui ho parlato più in dettaglio su quali situazioni potrebbero essere risolte con un'agenda di questo tipo.


Dulcis in fundo, i fogli da scaricare e stampare gratuitamente:

Buona organizzazione a tutti!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...