sabato 2 gennaio 2016

Pulito con P.O.C.O. in cucina dal 11 al 17 gennaio 2016


Non sai cos'è P.O.C.O? Leggi qui l'introduzione al metodo.

QUESTA SETTIMANA

Routine e SOS casa sono per tutti, indipendentemente che seguiate il metodo base, obiettivo decluttering o obiettivo pulizie. Se non sapete cosa sono routine e salvataggio casa, consultate la guida al metodo base.

1) Fare ogni giorno (o quasi) le routine: 
- routine della cucina: circa 15 minuti per una riassettata generale e veloce alla cucina.
- routine del bagno: circa 5 minuti per una passata veloce a specchi e sanitari
- routine dell'ordine: da 5 a 15 minuti per togliere di mezzo il disordine di ogni giorno
- routine del bucato: occuparsi del bucato per poco al giorno, per non ritrovarsi sommersi

Hai domande riguardo alle routine? Leggi questo articolo di approfondimento.

2) SOS casa (Sistemata Ogni settimana): dare una sistemata generale
A vostra scelta se fare tutto in una volta o spezzettarlo in più giorni. SOS casa consiste in 3 cose di base (ma potete personalizzarlo secondo le vostre esigenze).
- pulire i pavimenti
- spolverare
- cambiare la biancheria di casa
- Speciale: documenti. Questa settimana ci dedichiamo all'archiviazione di bollette e documenti.
Qui puoi leggere come io organizzo i documenti di casa.

Per chi segue la versione BASE (senza missioni SPOT), questo è il vostro schema settimanale.
Se invece fate le missioni SPOT, il vostro schema è in fondo alla pagina.
Schema senza missioni SPOT di questa settimana:
Formato A4
Formato A5
Formato Personal

LE MISSIONI SPOT (Specifiche Pulizie Ogni Tanto)

Questa è la guida alle missioni SPOT in cucina per chi segue obiettivo decluttering e obiettivo pulizie. Se non sapete di che cosa si tratta e volete capire come funziona, vi rimando alle introduzioni di:

Qui sotto trovate la descrizione dettagliata delle missioni SPOT. Non viene indicata una data per quando fare le missioni, perchè possiate voi decidere quando farle in base alla vostra disponibilità di tempo. Per organizzare la vostra settimana potete usare gli schemi che trovate in fondo alla pagina.

Questa settimana siamo in cucina.
Dal momento che la cucina è un po' la regina della casa e le cose da fare sono davvero tante, le missioni sono state divise in due settimane, questa è la prima e poi torneremo di nuovo in cucina fra qualche settimana.


Obiettivo decluttering
Per voi ci sono 3 missioni SPOT da fare. Ricordate: il vostro obiettivo principale è eliminare il superfluo, fare ordine e riorganizzare. Non abbiate paura di sbagliare, la prossima volta che affronterete la stessa missione il lavoro sarà minore e avrete più tempo da dedicare alla pulizia vera e propria. Allo stesso modo se l'organizzazione che avete provato non ha funzionato avrete modo di fare degli aggiustamenti.

Nota: io non lo scriverò mai, ma se volete potete sempre approfittare del momento in cui andate a svuotare un cassetto o armadietto per pulirlo. Come vi ho detto il vostro obiettivo è il decluttering e l'organizzazione, ma niente vi vieta di fare pulizia. Il punto è però quello è di non distrarsi troppo o farsi passare la voglia pensando alle pulizie. Pertanto se pensate di voler pulire fatelo, se non avete voglia invece non sentitevi in colpa. Le misisoni non dovrebbero essere mai troppo lunghe.

Cosa vi serve? Uno scatolone vuoto, lo scatolone del decluttering.
Quando si parla di eliminare il superfluo non si tratta sempre e solo di buttare, si può anche vendere o donare. Dal momento che per tante persone è difficile separarsi delle proprie cose. Io consiglio sempre di preparare uno scatolone vuoto, dove riporre le cose che al momento abbiamo deciso di "eliminare momentaneamente". Se non avete uno scatolone, anche un sacchetto o un ripiano in garage farà al caso vostro.
Le cose nello scatolone del decluttering non verranno eliminate subito, ma solo messe da parte. Intanto noi potremo valutare come va la nostra vita senza di loro e se erano davvero così necessarie. In questo modo il "distacco" sarà meno difficile e potremo vedere quali sono i benefici di cassetti e ripiani meno straripanti. Quando eliminare queste cose? Io propongo tre modi:
- quando lo scatolone è pieno.
- fissando una data: ad esempio a fine mese.
- quando ritorniamo ad occuparci della stessa zona della casa. Per esempio se sullo scatolone scriviamo "cucina" potrebbe essere un'idea quella di valutare il contenuto la prossima volta che affrontiamo questa stanza.

Quando ricontrolliamo il contenuto avremo una visione più critica del contenuto. Ci è mai servita quella roba? Siamo stati meglio con i cassetti più spaziosi? A quel punto possiamo decidere come liberarci di questi oggetti che si meritano un uso migliore di occupare spazio inutilmente e fare confusione, scegliendo tra il dono, la vendita o la spazzatura.

Ora passiamo alle missioni. Se volete provate ad annotare quanto tempo vi serve per svolgere le missioni, potrebbe essere un modo per valutare i vostri progressi nel tempo.

Cassetto utensili
Andate in cucina e aprite il cassetto dove tenete utensili come mestoli, cucchiai, palette, schiumarole e chi più ne ha più ne metta. Tirate fuori tutto il contenuto e appoggiatelo sul tavolo della cucina. Create dei gruppi per "tipo" ad esempio cucchiai con cucchiai, mestoli con mestoli, palette con palette e così via.

Avete qualche forma di organizzazione all'interno di questo cassetto o tutto è buttato alla rinfusa? Un porta posate può essere comodo anche per organizzare gli utensili.

Prima di riporre gli utensili guardate cosa avete sul tavolo. Usate ciascuno di questi strumenti? Avete davvero bisogno di avere quattro palette tutte uguali? Rifletteteci bene, anche nella cena più affollata che avete avuto a casa vostra, quanti di questi utensili avete usato insieme? Avete molti strumenti da pasticceria ma non fate mai una torta decorata?

Vorrei che faceste uno sforzo per eliminare qualcosa da questo cassetto. Provate a selezionare:
1) Utensili rotti o rovinati: apriscatole che non funzionano, palette in plastica che si sono fuse, grattuggie arrugginite
2) Utensili che non avete usato nell'ultimo anno: anche se potrebbero tornare utili, fate lo sforzo di immaginare se la probabilità di averne davvero bisogno è reale o è solo una paura che avete del "non si sa mai".

Mettete questi utensili da parte e rimettete tutto il resto nel cassetto in maniera ordinata.
1) Il cassetto è ancora troppo pieno? Forse potreste decidere di riporre solo una parte degli utensili e
 trovare una nuova casa per gli altri.
2) Cosa fare degli utensili messi da parte?
- quelli rotti: buttare
- quelli che non usate mai: mettetele nello scatolone del decluttering e valutatele di nuovo dopo un po' di tempo.

Bravissimi! Per oggi avete finito.

Sotto il lavandino
Andate in cucina e guardate sotto il lavandino o nell'anta dove tenete tutte quelle cose tipo detersivi, spugne, sacchetti della spazzatura e cose così. Tirate fuori tutto il contenuto. Controllate bene i detersivi, ci sono cose che sono lì da qualche era geologica? Provate a selezionare:1) Flaconi che non avete mai usato perchè non vi piacciono (non puliscono come volete, non vi piace l'odore)
2) Flaconi con un dito o poco più di prodotto

Cosa fare?
1) Se un prodotto non vi piace: potreste regalarlo a un'amica, parente o donarlo ad un centro di raccolta/parrocchia. Altrimenti provate a usarlo per un altro scopo: controllate che non ci siano controindicazioni e usatelo per la routine del bagno. Potreste ad esempio usarlo per buttarlo nel wc per una passata giornaliera...così ve ne libererete in fretta.
2) Se vi resta pochissimo prodotto (e magari non vi piace o per pigrizia non avete mai finito) potreste: usarlo per qualcos'altro come prima oppure decidere di non riporlo nell'armadietto, ma tenerlo fuori a portata di mano, per usarlo il prima possibile. 

A questo punto controllate se vi manca qualcosa e annotatelo sulla vostra lista della spesa.
Tente qui sotto i sacchetti? Ne avete troppi e sono tutti alla rinfusa? Decidete un numero ragionevole e buttate il resto. Fanno sempre in tempo a tornare.

Ora riponete tutto quello che vi serve di nuovo nel ripiano sotto il lavandino bene in ordine. 
Bravissimi! Per oggi avete finito. 
Frigorifero
Andate in cucina e aprite il frigorifero. In base al tempo e alla situazione del vostro frigo decidete se svuotarlo completamente o fare solo qualche ripiano (e magari andare avanti domani). Tirate fuori il contenuto e mettelo sul tavolo. Mi raccomando, non tenete troppo le porte aperte mentre fate questa operazione, per evitare di riscaldare il frigo e consumare inutilmente corrente.
1) Mentre svuotate il frigo controllate la scadenza di ogni alimento e anche il suo aspetto. Ha cambiato colore? Puzza? C'è muffa o patine strane? Il barattolo era chiuso bene? E' lì da mesi ma andrebbe consumato in tempi più brevi? Tutto ciò che ha uno strano aspetto o è scaduto andrebbe eliminato. 
2) Quello che invece passa l'esame può essere diviso in categorie mentre lo appoggiate sul tavolo: barattoli, salse, latticini, salumi, carne, verdure, etc...
3) Ci sono delle cose che non consumate ma non sono scadute? Se vi piacciono ma sono lì da un po' solo perchè non avete modo di usarle spesso (penso ad esempio a sottaceti o salse particolari). Mettete queste cose insieme.

4) A questo punto potete decidere se dare una passatina ai ripiani o semplicemente riporre gli alimenti, cercando di tenere insieme le cose della stessa categoria. Riponete le cose che avete messo insieme al punto 3 in bella vista, magari dentro un contenitore (per esempio quei contenitori dove vengono tenute le carote o la frutta). Se il contenitore è di plastica trasparente, potreste scriverci sopra con un pennarello "da usare a breve". Pensate di cucinare nei prossimi giorni qualcosa con cui "smaltire" questi prodotti.

Volete qualche idea su come organizzare il frigorifero? Usare cestini è un modo interessante per ridurre la confusione e rendere la pulizia del frigo un'operazione semplice e veloce. 

Bravissimi! Per questa settimana avete finito.

Obiettivo pulizie
Per voi ci sono 5 missioni facoltative da fare: potreste farne una o tutte. Le missioni evidenziate sono quelle più consigliate, ma sta a voi decidere cosa fare, quante farne e quando. In fondo alla pagina trovate gli schemi per organizzare la vostra giornata.
Ora passiamo alle missioni. Se volete provate ad annotare quanto tempo vi serve per svolgere le missioni, potrebbe essere un modo per valutare i vostri progressi nel tempo.

Cassetto utensili
Andate in cucina e aprite il cassetto dove tenete utensili come mestoli, cucchiai, palette, schiumarole e chi più ne ha più ne metta. Tirate fuori tutto il contenuto e appoggiatelo sul tavolo della cucina. Create dei gruppi per "tipo" ad esempio cucchiai con cucchiai, mestoli con mestoli, palette con palette e così via.

Avete qualche forma di organizzazione all'interno di questo cassetto o tutto è buttato alla rinfusa? Un porta posate può essere comodo anche per organizzare gli utensili.

Prima di riporre gli utensili guardate cosa avete sul tavolo. Potrebbe essere un buon momento per fare un po' di decluttering: usate ciascuno di questi strumenti? Avete davvero bisogno di avere quattro palette tutte uguali? Rifletteteci bene, anche nella cena più affollata che avete avuto a casa vostra, quanti di questi utensili avete usato insieme? Avete molti strumenti da pasticceria ma non fate mai una torta decorata?

1) Liberatevi degli utensili rotti, rovinati o che non usate mai (se avete bisogno di consigli su come fare, potete leggere sopra le "istruzioni" per chi fa obiettivo decluttering)
2) Date una pulita al cassetto vuoto, aspirate le briciole e passate con un po' di detergente multiuso e una pezza.
3) Riponete gli utensili in maniera ordinata. Valutate un po': il cassetto è ancora troppo pieno? Forse potreste decidere di riporre solo una parte degli utensili e trovare una nuova casa per gli altri.
Bravissimi! Per oggi avete finito.

Fornello o lavandino
Durante la routine della cucina che fate ogni giorno date una passata veloce a fornello e lavandino. Magari non fate entrambi tutti i giorni e dato che la passata deve essere veloce potreste desiderare di fare una pulizia un po' più approfondita ogni tanto. Oggi è il vostro momento, io vi consiglio di scegliere tra fornello e lavandino, la prossima volta farete l'altro.

Sotto il lavandino
Andate in cucina e guardate sotto il lavandino o nell'anta dove tenete tutte quelle cose tipo detersivi, spugne, sacchetti della spazzatura e cose così. 
1) Tirate fuori tutto il contenuto. Controllate bene i detersivi, ci sono cose che sono lì da qualche era geologica? Provate a selezionare:- Flaconi che non avete mai usato perchè non vi piacciono (non puliscono come volete, non vi piace l'odore). Se un prodotto non vi piace: potreste regalarlo a un'amica, parente o donarlo ad un centro di raccolta/parrocchia. Altrimenti provate a usarlo per un altro scopo: controllate che non ci siano controindicazioni e usatelo per la routine del bagno. Potreste ad esempio usarlo per buttarlo nel wc per una passata giornaliera...così ve ne libererete in fretta.
- Flaconi con un dito o poco più di prodotto: non riponeteli nell'armadietto, ma tenetelo fuori a portata di mano, per usarlo il prima possibile (per il suo scopo o anche un altro...giusto per farlo fuori). 

2) A questo punto controllate se vi manca qualcosa e annotatelo sulla vostra lista della spesa.
3) Tente qui sotto i sacchetti? Ne avete troppi e sono tutti alla rinfusa? Decidete un numero ragionevole e buttate il resto. Fanno sempre in tempo a tornare.

4) Date una pulita con un panno e un po' di detergente multiuso 
5) Ora riponete tutto quello che vi serve di nuovo nel ripiano sotto il lavandino bene in ordine.
Bravissimi! Per oggi avete finito. 

Elettrodomestico
Ogni cucina è diversa, ma quasi tutti hanno degli elettrodomestici: la macchinetta del caffè, il forno a microonde, la planetaria, il robot da cucina, il bollitore, etc. Scegliete uno di questi elettrodomestici e puliteli all'esterno con una pezza bagnata (e se proprio serve un po' di detergente multiuso). Se l'elettrodomestico ha bisogno di essere pulito anche nelle parti interne controllate il libretto di istruzioni, riportano sempre qual è il metodo migliore per pulire il vostro elettrodomestico.
Frigorifero
Andate in cucina e aprite il frigorifero. In base al tempo e alla situazione del vostro frigo decidete se svuotarlo completamente o fare solo qualche ripiano. 
1) Tirate fuori il contenuto e mettelo sul tavolo. Mi raccomando, non tenete troppo le porte aperte mentre fate questa operazione, per evitare di riscaldare il frigo e consumare inutilmente corrente.
2) Mentre svuotate il frigo controllate la scadenza di ogni alimento e anche il suo aspetto. Ha cambiato colore? Puzza? C'è muffa o patine strane? Il barattolo era chiuso bene? E' lì da mesi ma andrebbe consumato in tempi più brevi? Tutto ciò che ha uno strano aspetto o è scaduto andrebbe eliminato. 
3) Quello che invece passa l'esame può essere diviso in categorie mentre lo appoggiate sul tavolo: barattoli, salse, latticini, salumi, carne, verdure, etc...
4) Ci sono delle cose che non consumate ma non sono scadute? Se vi piacciono ma sono lì da un po' solo perchè non avete modo di usarle spesso (penso ad esempio a sottaceti o salse particolari). Mettete queste cose insieme.

5) A questo punto date una ripassata ai ripiani con acqua calda e poco detersivo per i piatti 
6) Riponete gli alimenti, cercando di tenere insieme le cose della stessa categoria. Riponete le cose che avete messo insieme al punto 3 in bella vista, magari dentro un contenitore (per esempio quei contenitori dove vengono tenute le carote o la frutta). Se il contenitore è di plastica trasparente, potreste scriverci sopra con un pennarello "da usare a breve". Pensate di cucinare nei prossimi giorni qualcosa con cui "smaltire" questi prodotti.

Volete qualche idea su come organizzare il frigorifero? Usare cestini è un modo interessante per ridurre la confusione e rendere la pulizia del frigo un'operazione semplice e veloce. 

Bravissimi! Per questa settimana avete finito.

GLI SCHEMI DI QUESTA SETTIMANA

Qui potete scaricare il planner di questa settimana nei diversi formati:
- formato A4: il classico formato di un foglio della stampante. Dimensioni: 210x297 mm. Clicca qui per scaricare il il planner in formato A4.
- formato A5: è l'equivalnete di mezzo A4. Dimensioni 148x210 mm. Clicca qui per scaricare il il planner in formato A5.
- formato Personal: è un formato molto popolare di agende. Dimensioni 95x171 mm. Clicca qui per scaricare il il planner in formato Personal.

Vi aspetto sul blog e sul gruppo Facebook Nata disorganizzata dove ci confrontiamo su cosa fare ogni giorno usando il tag #oggifaccioPOCO.

Buon P.O.C.O. lavoro a tutti!

12 commenti:

  1. Mi piace il tuo metodo sicuramente lo seguirò.

    RispondiElimina
  2. Non riesco a scaricare i planner. Mi va su google drive ma lì non c'è niente. In cosa sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho idea, so che tantissime lo hanno scaricato senza problemi. magari riprova dopo aver riavviato il computer.

      Elimina
    2. Se clicchi in alto appare la barra coi comandi, e c'è la freccia in basso che indica lo scaricamento, oppure il simbolo del floppy disk

      Elimina
  3. ciao ho letto il tuo metodo, mi piace , ma tu non hai figli? il mio problema sono i loro giochi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh no, niente figli per il momento ;)

      Elimina
    2. Laura anche io ho due bimbi. I loro giochi li metto via a fine giornata. Ho organizzato un paio di cassettiere grandi in plastica in cui i giochi sono divisi per categoria. Loro sono piccoli (30 mesi) ma già in questa maniera stanno capendo un pò l'organizzazione. Poi un altro consiglio cerca di dargli uno massimo due giochi. quando si stancano giocate a 'metterli a posto' e prenderne uno nuovo.

      Elimina
  4. Oggi è solo il secondo giorno di questo metodo ma è davvero efficace! Grazie

    RispondiElimina
  5. Ciao Elisa, ti ho trovata qualche mese fa tramite ordinata-mente e già adoravo seguirti!ora col nuovo metodo semplicemente ti adoro!!finalmente organizzandomi meglio ho una casa decente e più tempo per mio figlio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille, sono contenta di averti potuto aiutare :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...