domenica 1 febbraio 2015

Come organizzare la dispensa


organizzazione dispensa

L'organizzazione della dispensa è un cruccio per molte persone. Come per il frigorifero, anche l'organizzazione della dispensa dipende dalle abitudini alimentari della famiglia, ma soprattutto dallo spazio disponibile. Vediamo come ho organizzato la mia dispensa, sperando possa essere di ispirazione per qualcuno.

La mia cucina è a forma di U e ha una penisola, con alcune parti dotate di doppie ante, a cui si puo' quindi accedere da entrambi i lati della penisola. Uno di questi settori è stato dedicato alla dispensa principale (come vedrete poi ci sono altre parti della cucina che contengono altre scorte alimentari). Io ho messo delle tovagliette americane per ricoprire i ripiani, per ridurre il rischio di macchie. Come vedrete non ho ricoperto dapperttutto e non è nemmeno una di quelle dispense "da fotografia". Con le mille spese che ci sono state per arredare casa la dispensa non è stata tra le nostre priorità. Magari con il tempo trovero' le cose giuste con cui migliorarla, ma per ora ho solo usato soluzioni molto economiche.

dispensa
Il davanti
Quello che io definisco il "davanti" è la parte della dispensa a cui ho accesso quando sto ai fornelli, quindi la maggior parte della roba è disposta in modo che sia rivolta da questo lato. Nella parte superiore ho le cose a cui accedo piu' spesso: pasta e riso e le cose della colazione. Il riso lo tengo in contenitori Ikea che tengono perfettamente una confezione da chilo. Sul tappo metto un pallino adesivo su cui scrivo tipo di riso e il tempo di cottura (qui puoi leggere altre idee alternative per organizzare casa con i pallini adesivi). Ho altri contenitori ermetici per la pasta che uso meno, che stanno verso il retro (vedi dopo). Per il resto della pasta: c'è un cestino per tenere le scatole da mezzo chilo (di solito ne ho un paio aperte) e poi ho una scatola da chilo che è proprio della misura giusta. Se compro pasta in sacchetto, di solito la travaso in queste scatole e su un pallino adesivo o su nastro adesivo colorato (washi tape) segno tipo di pasta e tempo di cottura. Mi piacerebbe avere una di quelle dispense con tutti i contenitori uguali, magari pian piano la costruiro'. Al momento pero' non è tra le mie priorità e dato che questi ripiani sono piu' lunghi che larghi, avrei bisogno di trovare i giusti contenitori, per non trovarmi con tante scatole una davanti all'altra, scomode da spostare se mi serve qualcosa in seconda fila.
dispensa
Nel secondo ripiano ho un altro cestino per contenere le cose che sono un po' scomode da tenere, come i tubetti, le confezioni di olive. Questo cestino inoltre lo uso per tenere "in vista" quei vasetti di cose particolari, che si comprano per curiosità e che rischiano di essere dimenticati se lasciati nella mischia della dispensa. Qui poi tengo tutte le scatolette e i vasetti. Le scatolette sono divise per categoria (fagioli, ceci, lenticchie) e disposti  in linee. Cerco di fare delle torri, in modo da poter vedere chiaramente (anche senza bisogno di abbassarsi) il contenuto di quella linea. Infine ho qualche vasetto sulla destra.

dispensa
Il retro
Sul retro ci sono cose che usiamo di meno. Sopra ci sono scorte di cereali e biscotti, le tavolette di cioccolata e caramelle miste (in scatole di latta). In contenitori ermetici tengo gli spaghetti (che mangiamo meno perchè al lavoro porto solo pasta corta) e la pastina o il riso da minestra.
Sotto invece tengo mais e tonno, ma è piu' che altro una questione di abitudine. Per il mais uso principalmente scatolette piccole e fare le torri è a piu' alto rischio caduta, percio' preferisco tenerle nel retro, dove c'è piu' posto. Il tonno invece mi sta antipatico perchè spesso le scatolette non si impilano correttamente, quindi preferisco tenerle sparse in un cestino di plastica (penso fosse un cestino delle pesche o dei pomodirini). Questo genere di cestini sono comodi da riutilizzare in dispensa, bisogna solo fare attenzione a cosa ci mettiamo dentro perchè di solito presentano buchi sul fondo.

dispensaUn altro ripiano che si trova sotto il forno è invece dedicato al cibo "da festa/aperitivo", alle scorte di pasta e alla salsa di pomodoro. A me piace molto avere ospiti e di solito ho sempre una scorta di patatine e salatini a disposizione (quasi a zero adesso perchè abbiamo avuto molte visite nelle ultime due settimane). Queste cose sono sempre in sacchetto e secondo me creano molta confusione, per questo le tengo dentro una scatola Samla di Ikea senza coperchio. Sempre in tema ospiti, sotto ho sempre una scorta di birre e bibite in lattina (le bottiglie qui non ci stanno e sono riposte da un'altra parte).
Qui poi tengo le scorte di pasta: nell'altra parte della dispensa ci sono solo confezioni aperte di pasta. Se c'è qualche offerta di solito approfitto e metto qui le mie scorte. Qui tengo poi la salsa e la polpa di pomodoro. Fino a poco tempo fa tenevo la salsa insieme al resto della dispensa, ma ho deciso di tenerla separata e si è rivelata una scelta vincente. Noi consumiamo abbastanza salsa e questa occupava troppo spazio nella dispensa, creava confusione e si mescolava alle altre scatolette rendendomi difficile capire cosa stava finendo.

patateLe patate le tengo dentro un cestino in una delle parti angolari della cucina (essendo a forma di U ho due angoli). In un angolo tengo le pentole, mentre nell'altro tengo cose che uso meno. In questo angolo che viene aperto piu' raramente tengo le patate, per mantenerle al buio. Metto il sacco delle patate dentro un cestino per evitare di sporcare il ripiano.

dispensa thè caffè





Infine in due ante della parte alta della cucina tengo le cose da colazione e gli ingredienti da pasticceria. Tutto viene contenuto in cestini per evitare macchie e spargimenti, ma soprattutto perchè questi ripiani sono molto alti e profondi e senza i cestini avrei difficoltà a prendere le cose.
Inoltre trovo che sia molto piu' facile dire "faccio una torta" e tirare fuori in un unico gesto il cestino con tutti gli ingredienti e metterlo sul piano di lavoro. Dentro al mio cesto di pasticceria tengo lievito, la vanillina, gli aromi, il cacao e la frutta secca. Il ripiano piu' alto è raggiungibile solo con una scaletta, quindi li' tengo le scorte (i miei genitori fanno molta marmellata con la loro frutta e a Natale mi danno sempre una scorta annuale). 

Noi beviamo molto thè e caffè. Per il thè: le bustine sono organizzate in una scatola ikea (qui puoi leggere un trucco per riuscire a riporne di piu') mentre nel cestino tengo i thè sfusi e i filtri. Sopra ci sono le scatole di capsule (che copriamo una volta ogni tanto in grandi quantità) e un cestino che contiene cose varie ma che uso proprio in quella zona della cucina. Qui tengo infatti la ricarica del sapone e il bicarbonato, che viene venduto in scatole di cartone ma che io travaso sempre in tupperware pensionati (che sarebbero da eliminare perchè non piu' buoni per il cibo ma che io riutilizzo in casa come contenitori).

Con questo è tutto (qui avevo già descritto come ho organizzato le spezie). Come avete potuto vedere la mia dispensa è un po' sparsa in cucina, ma penso di aver trovato (dopo molti tentativi e spostamenti) la posizione ideale per ogni cosa. Spero possa essere stato di aiuto a qualcuno.

Buona organizzazione a tutti!

6 commenti:

  1. complimenti per l'ordine, brava!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille! ammetto di avere un po' riallineato le linee delle scatolette prima di fare la foto ^_^ ma per il resto sono foto prese cosi' come sono. Quando un sistema funziona davvero è facile mantenerlo in ordine :)

    RispondiElimina
  3. Ciao. Ho scoperto oggi il tuo blog e devo ancora esplorarlo... Ma non mi sembri affatto disorganizzata! Anzi sei efficiente e ordinata... Non mi sarai di consolazione ma almeno mi ispirerai... Io si che sono disorganizzata e disordinata (non felicemente però ) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, bel nick ;)
      Il percorso che mi ha portato qui è stato lungo e ti assicuro che sono partita dal fondo del fondo della disorganizzazione...e se ce l'ho fatta io, c'è speranza per tutti :)

      Elimina
  4. Complimenti per l'ordine io sono nata disordinata e credo che finirò la mia vita sommersa dal disordine:) , mi sforzo sempre di migliorare quando ressetto casa, ordino e raddrizzo tutto vedo l'ordine e dico beh! finalmente... ma dopo 2 giorni e tutto da rifare quindi credo di averne il disordine radicato nel DNA :D

    RispondiElimina
  5. complimenti.. bel blog.. e grazie per le idee che regali a chi ti legge :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...