domenica 3 giugno 2018

Decluttering di primavera: la tecnologia


Nota: decluttering significa eliminazione del superfluo (puoi approfondire qui). Con il termine "eliminazione" non intendo di buttare via, ma togliere da casa. Gli oggetti che "elimino" vengono sempre regalati (a meno che non siano irrimediabilmente rotti o, se applicabile, andati a male).

Questo lavoro di decluttering è stato parte di un progetto di rinnovamento. Abbiamo deciso di eliminare una cassettiera da ufficio, la Helmer di IKEA. Quando ci siamo trasferiti pensavamo che avrei usato un mio angolo ufficio, con una piccola scrivania e questa cassettiera. La verità è che la scrivania (recuperata) era per bambini e decisamente troppo scomoda per me. La cassettiera l'avevo comunque usata per cose da ufficio: cancelleria e tecnologia.

Trovare una nuova casa a tutte queste cose è stato un lavoro piuttosto lungo, magari ve ne parlo un'altra volta. Oggi preferisco concentrarmi solo sul decluttering. 

Parlando di tecnologia le cose da eliminare sono:
- oggetti rotti che non metteremo mai a posto. Se pensate che magari si potrebbe ancora sistemare ma non avete mai trovato la voglia di farlo, vuol dire che in realtà vivete benissimo senza. Tanto vale eliminarlo. Così eliminiamo sia l'ingombro, sia il senso di colpa per non averlo ancora sistemato.
-oggetti che hanno perso il loro scopo: caricabatterie di oggetti che abbiamo eliminato, tecnologia o piccoli elettrodomestici obsoleti, vecchi cellulari che teniamo perché non si sa mai (basta tenerne uno in famiglia).

Con questi semplici principi ho riempito un sacchetto intero. Ho portato tutto in discarica senza farmi problemi, perché qui sono loro a fare la selezione di cosa è irrimediabilmente inutile e cosa si può ancora recuperare. Ho solo avuto l'accortezza di togliere le batterie dal cellulare per gettarle nell'apposito contenitore delle batterie.

Buona decluttering a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...